Mi Chiama Nana Manica Lunga Tshirt K1pkm9z

SKU-118643-ura80701
Mi Chiama Nana Manica Lunga T-shirt K1pkm9z
She

ISTITUTO COMPRENSIVO di PIEGARO

Via Po' Della Fratta, 7, Piegaro - 06066 (PG) Cod. Mecc.: pgic81000d - Cod. Fisc.: 80013420544 - Cod. Fatturazione: UFVKVD Cod. IPA: istsc_pgic81000d Tel. 0758358044 - Fax. 0758358460 - E-mail: pgic81000d@istruzione.it - P.E.C.: pgic81000d@pec.istruzione.it

Homepage
Fanteria Seguimi Felpa Con Cappuccio yNEVGFuR
Get started
Homepage
Io Sono In Forma Fisica Fitness Taco In Bocca Tshi 7rIopXM
per essere un mondo senza alcun senso, senza scopo e senza redenzione, non si mangia neanche male

L

Ok, a questo punto avrete senz’altro appreso del crollo in borsa di Facebook, dovuto allo scandalo legato all’inchiesta sull’utilizzo illegale dei dati da parte di Cambridge Analytica.La questione è molto più semplice di quanto appaia nei colonnini morbosi dei quotidiani online: questa società inglese non ha *esattamente* rubato i dati personali degli utenti. Questa società ha1. creato una specie di sondaggetto su Facebook, di quelli che facciamo continuamente con grande gioia, tipo “Scopri che alimento senza glutine saresti se fossi un ex parlamentare repubblicano”2. vi ha chiesto se poteva prendere alcuni dati del vostro profilo3. voi gli avete detto di sì perché voi non avete niente da nascondere, perdìo4. vi ha chiesto anche se poteva avere la lista dei vostri amici5. voi gli avete detto di sì (e all’epoca per Facebook non era illegale farlo)6. sulla base di analisi psicometriche ha dedotto, ad esempio, che l’utente Guiseppe, dato che gli piacciono i tarallucci e le Dolomiti, allora vota a destra e ha paura che i clandestini gli rubino il lavoro. L’utente Mariabudella invece vota la Bonino perché le piacciono le poesie di Neruda e i labrador.7. su questa base, la società ha creato un grosso grasso foglio excel in cui ha messo tutte le tendenze politiche delle persone (“lui voterà Ingroia”), le paure (“lui teme l’invasione degli Unni”), i gusti (“a lui piacciono molto i grassi saturi”) e le opinioni (“per lui la terra è trapezoidale”), poi ha spedito il foglione a Trump, facendosi dare in cambio un po’ di soldi8. Trump ha preso questo foglione Excel e sulla base dei dati in esso contenuto ha mostrato delle pubblicità su Facebook e su altri siti in giro per il web, spiegando — a Guiseppe che — se Trump avesse vinto le elezioni — Trump avrebbe ucciso i clandestini con la fibia della cinta e avrebbe regalato tarallucci al casello di Civitanova Ovest, — a Mariabudella che - se Trump avesse vinto le elezioni — Trump avrebbe invece liberalizzato l’uso personale della Bonino e regalato labrador ai poeti poveri9. la signora Mariabudella e il giovane Guiseppe, guardando con attenzione queste pubblicità, in virtù di un complicato calcolo di costi/benefici, hanno deciso quindi di votare Trump,10. Trump ha vinto le elezioni.10bis. Bellammerda.

Ora, posto che la società Cambridge Analytica è stata cattiva perché non vi ha spiegato bene come avrebbe usato i nomi dei vostri amici e i vostri like a Tiziano Ferro, che Trump è stato cattivo perché d’altra parte lo è di natura, il problema non vi sembra che sia un altro? Cambridge Analytica ha fatto — molto velocemente, grazie a un bel programmino che ha sviluppato — un’operazione volgarmente meccanica: ha preso la lista degli utenti Facebook e ha preso nota delle informazioni utili che c’erano dentro: like, commenti, amici, contenuti, poi ne ha dedotto gli argomenti su cui puntare per orientare il voto degli utenti stessi (Es: se devo far cambiare il voto di Mariabudella, posso dirle che Trump ama come lei i labrador, mentre la Clinton e la Bonino li detestano e li stuprano di nascosto). Giusto per capire: se avessi un po’ di decenni a disposizione e un foglio Excel molto grande, potrei farlo anch’io, A MANO.

Quindi no, il problema, evidentemente, non è questa razzia di dati personali. Il problema, mannaggia alle peonie putrefanti, è che questi cazzo di americani hanno deciso per chi votare sulla base delle pubblicità — pubblicità personalizzatissime, per carità — , ma pur sempre pubblicità viste su Facebook. Il problema è che le persone han preso a decidere il proprio voto con lo stesso processo mentale che fino a qualche anno fa serviva per scegliere il succo di frutta al mirtillo e i detersivi al bergamotto. Il problema — signori della corte — è che la gente vota a cazzo di cane, sulla base di paure, promesse, convenienze personali, notizie finte, teorie sbagliate, idee sceme di ogni forma e colore. Certo, è la fine delle ideologie, signora mia, lo sapevamo, è l’epoca delle opinioni personali, della valutazione soggettiva e della politica liquida (saranno finiti i politici ricchi di fibre?). L’epoca dei cittadini e non dei partiti, perché chi più di un cittadino del Wisconsin può decidere della politica estera di una superpotenza nucleare? Lo sapevamo, e ci è anche stato bene, perché così abbiamo mandato al confino i partiti, i politici e il carrozzone incomprensibile della rappresentatività. Lo sapevamo, ma proprio per questo adesso dovremmo evitare di cercare il colpevole in chi *ruba* i vostri dati personali. I vostri dati personali, detto per inciso e fuori dall’enfatica rappresentazione che in genere ne fanno i conduttori dei talkshow, sono una montagna di merda, composta per lo più da citazioni con refusi di Fabio Volvo e foto di voi che mangiate il sushi a Pavia. I vostri dati personali non contano un santissimo cazzo. Voi non contate un cazzo. Non avete nulla da proteggere, e dovreste preoccuparvi di una sola cosa: informarvi, studiare, cercare di capire qualcosa prima di scegliere se votare per un imbecille. Solo questo. Se faceste questo piccolo esercizio di umiltà e di senso civico potrebbero venirvi a rubare pure la cuccia del cane e la password di Tinder e non avrebbero comunque cambiato la vostra idea politica. E la democrazia, come l’antico vaso, sarebbe stata portata in salvo.

[ ondulato1 Giallo Maschio Montato O166TU9u4Z
]

Like what you read? Give azael a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.

Protocolli di sostenibilità italiani e internazionali a confronto | Ingegneri.info

/ Mantenere La Calma E Continuare A Tshirt kYsbo3

Hai un account social?

Accedi con il tuo profilo

Non sei registrato?

Crea subito il tuo profilo

Registrati

Tutti i vantaggi della registrazione:

Cerca sul sito

Area riservata

Questo contenuto è riservato agli utenti iscritti al sito

Accedi con Facebook

Accedi con il tuo profilo

Boxer Carino Asino IWcVoH9
Sei un nuovo utente?

Crea subito il tuo profilo

Pigiami Scuri Delle Donne Woodstack DlrLJ
Protocolli di sostenibilità italiani e internazionali a confronto | Ingegneri.info
/ / Ambiente e territorio
Clara Peretti Giulia Peretti

I protocolli di sostenibilità sono strumenti affermati a livello internazionale per la valutazione della qualità ambientale, ecologica e sociale nel settore delle costruzioni. La maggior parte si basa sui sistemi “Rating”, ovvero un insieme di “crediti” con un corrispondente punteggio. Nel presente articolo vengono confrontati i principali protocolli di sostenibilità a livello internazionale, con un particolare focus sulle differenze con la certificazione tedesca DGNB.

I protocolli di sostenibilità nazionali e internazionali I protocolli o certificazioni di sostenibilità nascono negli anni ‘90 con l’obiettivo di diffondere la cultura di edilizia sostenibile, garantire e valutare l’applicazione di strategie di riduzione dell’impatto ambientale nel progetto e nella costruzione dell’edificio o di un gruppo di edifici. I protocolli permettono inoltre la comparabilità tra edifici e possono essere utilizzati come linea guida per la determinazione degli obiettivi di sostenibilità. I protocolli sono caratterizzati da una grande attenzione all’efficienza energetica, area tematica che ha generalmente il peso maggiore sulla valutazione globale dell’edificio. Altro aspetto comune, per quanto con declinazioni differenti a seconda del sistema, è la valutazione dell’impatto ambientale a tutto il ciclo di vita dell’edificio: dalla costruzione alla sua dismissione o riqualificazione. Gli aspetti legati alla qualità degli ambienti interni sono inoltre presenti in tutti i protocolli, tuttavia con una rilevanza e un numero di indicatori differente.

I protocolli di sostenibilità nazionali e internazionali

Attualmente il protocollo LEED® Leadership in Energy an Environmental Design , sviluppato negli Stati Uniti dal U.S. Green Building Council è quello più adottato nel mondo e puó essere applicato anche in Italia. Altro sistema fra i più diffusi a livello internazionale, nonché il precursore di tutte le certificazione di sostenibilitá per edifici, è il BREEAM® Building Research Establishment Environmental Assessment Methodology , emesso dalla britannica BRE Building Research Establishment , introdotto anche sul mercato italiano e anch’esso basato sul sistema di rating. Esistono altri standard come quello tedesco DGNB ( Deutsches Gütessiegel für Nachhaltiges Bauen ) e quello francese HQE ( Haute Qualité Environnementale ), più affermati a livello locale. Anche l’Italia ha messo a punto un protocollo di sostenibilità denominato ITACA ( Istituto per l’innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale ) che anche se adottato da diverse regioni, ancora stenta a diffondersi sul mercato. Tra i sistemi di certificazione nazionali più recenti vi è CasaClima Nature realizzato dall’Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima.

­

Discussioni generali

Moose5in1ipadcase2 Maglietta j649oR8E11
(EUO)

Il titolo la dice lunga ed è estremamente chiaro.Posto e premesso che nessuno è perfetto e che ovviamente c'è sempre da migliorare, ma questo sistema decide arbitrariamente di distruggere quanto di buono si riesce a fare e ci riesce sempre.Maino giungla, ero al 92% di winrate fino alla settimana scorsa, all'improvviso il sistema ha deciso di mettermi in team con gente subnormale, troll e feeder in quantità industriale, partite allucinanti e incarriabili.Mamma mia AGGHIACCIANTE!Perdonate lo sfogo :)

Condividi
Maltipoo Ibrido Cane Maltese / Barboncino Mix Ma KdOtF9fvKN
Nuove
Passa alla visualizzazione cronologica
Hei vacci piano, stai commentando troppo velocemente. Riprova tra un po'.
Trifoglio E Turbinii Manicotto Lungo Maglietta nNpJjCY
( EUO )

Quindi quando si perde è perché il sistema ti mette i menomati in team, quando hai 92% di winrate è perché sei un god e non perché i menomati li hai avuti costantemente contro

Legit

Riverdale Squadra Jughead Manica Lunga Tshirt ZrAoSN5qmh
( EUO )

E quindi che significa? Poi tra l'altro quale God??? è il winrate che avevo qualche giorno e tutto sono tranne che un "God" a questo gioco.

ILouD (EUW) - 6 mesi fa

Dr LouD ( EUO )

E' per dire che non è colpa del sistema se hai qualche partita sfortunata, visto che, soprattutto al tuo elo, i giocatori scarsi li trovi sia in squadra che è contro, e se scendi non è assolutamente colpa loro

Orgogliosa Zia Di Una Luce Tshirt Delle Donne Della Marina A Vela Noi xNpRNLt2
( EUO )

ma infatti mica ho dato la colpa a loro :)Era semplicemente uno sfogo.

Maggiormenta ( EUO )

Per perdere più di una partita di fila in bronzo 4 bisogna essere ritardati o giocare da meno di 5 ore.

Dr LouD ( EUO )

E per stare 6 season in bronzo 4 invece?

CommonDotaPlayer ( EUO )

A Z Z

So Che Le Cose Tshirt I1b4o167I
( EUO )

Ah certo certo!

AshenLord Ozen (EUW) - 6 mesi fa

Questo sito contribuisce alla audience di Virgilio
Gi fTOcJ
| Articoli

L’AUTORE: Sabina Coppola

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

> Diritto e Fisco Pubblicato il 8 settembre 2016

Richiedi una consulenza ai nostri professionisti

Per presentare una denuncia o un esposto non ci sono limiti di tempo. Attenzione a non confondere la denuncia con la querela

Tre mesi per sporgereuna querela ; nessun termine invece per presentareuna denuncia . È questa la sostanziale differenza che divide i reati più gravi (quelli, cioè, per i quali la Procura può procedere “d’ufficio”, ossia a prescindere dalle segnalazioni dei cittadini – per i quali c’è necessità di una denuncia) e quelli invece meno gravi (quelli per i quali invece, in mancanzadiquerela, lo Stato si disinteressa di punire il colpevole – cosiddetti “reati procedibili a querela di parte”). Maandiamo per gradi.

querela denuncia reati più gravi

Per effettuare una denuncia non ci sono limiti di tempo. La denuncia [1] (definita anche esposto ) consiste nella semplice descrizione di un fatto che decidete di comunicare ai carabinieri (o ad una qualsiasi autorità giudiziaria) perché da voi ritenuto illecito. La denuncia sarà quindi trasmessa alla Procura della Repubblica [2] ed il pubblico ministero valuterà se procedere nei confronti della persona che avete denunciato o se richiedere l’archiviazione perché il fatto che avete descritto non costituisce reato. Attenzione però, non bisogna confondere la denuncia con la querela .

esposto Procura della Repubblica

Spieghiamo le differenze. La querela [2] deve essere presentata entro tre mesi dal giorno in cui si ha notizia del fatto che costituisce il reato. Inoltre è fondamentale descrivere il fatto che volete denunciare nei minimi particolari e dovete ricordare di chiedere espressamente la punizione del colpevole (è necessario che scriviate «chiedo la punizione di chiunque sarà ritenuto colpevole dei fatti sopra narrati»). Se non lo farete, la persona che avete querelato non subirà alcun processo.

tre mesi processo.

Indice

Quando il processo avviene anche senza querela?

Ci sono alcuni reati che si definiscono procedibili d’ufficio . Si tratta di reati più gravi per i quali il pubblico ministero procede anche se non c’è alcuna querela . Si tratta di reati come la violenza privata , le minacce , i maltrattamenti in famiglia, eccetera. In casi del genere la richiesta di punizione non sarà necessaria perché la vostra semplice denuncia sarà più che sufficiente a far arrivare la notizia alla Procura che poi procederà autonomamente.

Torna all'inizio della pagina
Un progetto di
Comune di Pavia
Con il contributo di
Partner
Copyright © Comune di Pavia - Settore Cultura, Istruzione e Politiche Giovanili Palazzo del Broletto, Via Paratici 21 - 27100 Pavia - Tel. +39 0382.399343 - Fax +39 0382.399244 - Email: cultura@comune.pv.it
Torna all'inizio